É obbligatoria l’adesione agli enti bilaterali? Chiariamo perché conviene.

Con questo approfondimento, l’autore fornisce un contributo alla questione controversa sulla obbligatorietà della iscrizione e contribuzione agli enti bilaterali istituiti dalla contrattazione collettiva nazionale. In particolare, gli enti bilaterali del settore degli studi professionali sono il case study di questa analisi, per consentire un migliore collegamento tra teoria e pratica e, quindi, una più agevole comprensione delle norme di riferimento. 

 

Il nuovo CCNL Studi Professionali, il cui rinnovo è stato firmato il 16/02/2024, rileva un importante rafforzamento del welfare di natura contrattuale. La novità più significativa riguarda l’aggiornamento delle quote di contribuzione spettanti agli organismi bilaterali E.BI.PRO. e CADIPROF, ma sulla tematica dell’obbligatorietà dell’adesione è utile approfondire…

 

👉🏼Clicca qui per leggere l’articolo completo su IPSOA Magazine

 

Condividi:






News correlate

IMMAGINE ARTICOLO CO.CO.CO.
Amministrazione

E.BI.PRO. ora anche per le co.co.co.

Con la sigla del rinnovo del CCNL Studi Professionali del ...

Disciplina del contributo di solidarietà
Amministrazione

Disciplina del contributo di solidarietà

Per gli addetti ai lavori, il tipo di assoggettamento previdenziale ...