FAQ

FAQ

Le domande frequenti ad Ebipro

Tutte le domande frequenti

Le domande frequenti forniscono risposte immediate alle domande più comuni degli iscritti.

Cos'è EBIPRO?

EBIPRO è l’ente bilaterale istituito dal Contratto Collettivo Nazionale per i dipendenti degli Studi Professionali firmato dalle parti sociali maggiormente rappresentative del settore: Confprofessioni, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e UILTuCS.

I lavoratori dipendenti i cui rapporti di lavoro sono disciplinati dalla normativa del CCNL Studi Professionali, devono essere iscritti dal datoreal sistema bilaterale EBIPRO/CADIPROF come previsto dall’art. 13 del contratto.

EBIPRO costituisce la struttura alla quale le parti firmatarie del CCNL intendono assegnare ruoli, compiti e funzioni finalizzati ad offrire un sistema plurimo di servizi qualitativi rivolti a tutti gli operatori degli studi professionali (dipendenti e titolari).

Cos'è un Ente Bilaterale?

Gli enti bilaterali sono associazioni senza scopo di lucro istituite dalle organizzazioni datoriali e sindacali in sede di contrattazione collettiva, con il compito di erogare servizi e prestazioni in favore dei soggetti rientranti nella disciplina del contratto collettivo di appartenenza.

Un ente bilaterale è “bilaterale” perché la costituzione, amministrazione e gestione spetta pariteticamente ai rappresentanti dei sindacati dei lavoratori e ai rappresentanti delle associazioni datoriali.

Oltre ad assicurare misure di assistenza mutualistica per gli iscritti, gli enti bilaterali ricoprono il ruolo, normativamente sancito, di sedi privilegiate per la regolazione del mercato del lavoro del proprio comparto.

A chi è rivolto EBIPRO?

EBIPRO è destinato ai professionisti datori di lavoro e ai dipendenti degli studi professionali ai quali viene applicato il Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Studi Professionali.

Cosa fa EBIPRO?

EBIPRO restituisce le quote mensilmente versate dai datori di lavoro e dai dipendenti iscritti, sotto forma di contributi, rimborsi e incentivi in specifiche aree di particolare importanza per i beneficiari.

Per i liberi professionisti datori di lavoro, EBIPRO eroga le misure in sostegno dell’attività dello studio professionale. Sono rimborsati i corsi per la formazione in materia di salute e sicurezza, di privacy e antiriciclaggio, le spese per l’acquisto di hardware per lo smartworking e le retribuzioni orarie maturate dai dipendenti durante i permessi studio.

L’Ente Bilaterale incentiva inoltre gli studi professionali che stabilizzano i rapporti di lavoro a termine (6 tipologie) e che attivano tirocini curriculari o percorsi di alternanza.

EBIPRO sostiene, infine, lo studio in caso di malattia grave del dipendente che richiede l’astensione dal lavoro per più di 180 giorni.

Per i lavoratori dipendenti vengono stanziati fondi per i rimborsi dei libri scolastici dei figli, delle tasse universitarie, delle attività sportive e per l’acquisto di abbonamenti per il trasporto pubblico.

Ogni servizio è accessibile compilando una domanda telematica nel portale Area Riservata ed è disciplinato da un Regolamento che ne dispone i limiti e le modalità di fruizione.

Come si effettua l’iscrizione a EBIPRO?

Il datore di lavoro che applica il CCNL Studi Professionali è tenuto ad iscrivere lo studio professionale e i dipendenti alla bilateralità EBIPRO/CADIPROF osservando le seguenti modalità:

  • UNIEMENS/F24: inserimento codice ASSB (Ebipro) e ASSP (Cadiprof) nell’elemento CONVBILAT di ciascun lavoratore e versamento mediante F24 sez. INPS causale univoca “ASSP” dei contributi previsti;

 

  • Registrazione all’Area Riservata della bilateralità come consulente o direttamente come professionista datore di lavoro;

 

  • Invio del modulo di iscrizione debitamente compilato in ogni sua parte reperibile sul sito cadiprof.it.

 

Non è possibile iscrivere i lavoratori ad EBIPRO senza che avvenga anche l’iscrizione a CADIPROF e viceversa.

La contribuzione a EBIPRO e CADIPROF tramite F24,si compone di:

  1. un versamento una tantum per la prima iscrizione dei lavoratori pari a € 24,00 per dipendente;

 

  1. versamenti ordinari da corrispondere per 12 mensilità pari a € 22,00 per dipendente. € 2 di questi dovranno essere trattenuti al lavoratore in busta paga (l’importo non è riproporzionabile in caso di contratto di lavoro a tempo parziale).

Attenzione: Il datore di lavoro che ometta il versamento delle quote destinate alla bilateralità è tenuto a corrispondere ad ogni lavoratore un elemento distinto della retribuzione pari a € 32 per 14 mensilità rientrante nella retribuzione di fatto e nella base di calcolo per il trattamento di fine rapporto (l’importo non è riproporzionabile in caso di contratto di lavoro a tempo parziale).

Ogni altra utile informazione è ricavabile dal Regolamento amministrativo Cadiprof.

Qual è la differenza tra CADIPROF ed EBIPRO?

Nonostante l’iscrizione e la contribuzione ai due enti sia comune e contestuale, CADIPROF e EBIPRO non vanno confusi!

CADIPROF è la Cassa di Assistenza Sanitaria Integrativa che gestisce ed eroga le prestazioni di assistenza sanitaria e socio-sanitaria per i dipendenti degli studi professionali.

EBIPRO è l’Ente Bilaterale per gli studi professionali con il compito di fornire prestazioni di welfare e servizi per il lavoro a favore sia dei professionisti sia dei dipendenti.

Qual è la differenza tra EBIPRO e GESTIONE PROFESSIONISTI?

EBIPRO è la gestione ordinaria dell’Ente Bilaterale per gli studi professionali con il compito di erogare prestazioni di welfare e servizi per il lavoro a favore sia dei professionisti sia dei dipendenti.

GESTIONE PROFESSIONISTI è, invece, una gestione operativa separata di Ebipro. Il professionista che contribuisce regolarmente a EBIPRO/CADIPROF può automaticamente godere anche delle ampie coperture socio-sanitarie e assistenziali di Gestione Professionisti consultabili sul sito www.gestioneprofessionisti.it

Quali tipologie di dipendenti possono essere iscritte a EBIPRO?

Tutti i dipendenti nei cui confronti viene applicato il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro Studi Professionali, devono essere iscritti dal datore di lavoro a EBIPRO e CADIPROF.

Devono essere ricompresi quindi anche i sostituti, gli apprendisti, gli intermittenti e i somministrati.

Quali tipologie di professionisti possono aderire a EBIPRO?

Tutti i liberi professionisti con dipendenti nei cui confronti viene applicato il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro Studi Professionali, devono iscrivere lo studio e i lavoratori a EBIPRO e CADIPROF a prescindere dall’appartenenza ad associazioni datoriali e albi professionali o dalla tipologia di forma giuridica (ditta individuale, stp, associazione…).

Sono un dipendente di uno studio professionale, come capisco di essere iscritto a EBIPRO?

È semplice, basta verificare che sulla propria busta paga sia presente la trattenuta della quota di 2 euro a carico del dipendente con causale “EBIPRO”, “ENTE BILATERALE” o voci simili.

Se in busta paga non trovi la trattenuta, chiedi informazioni al tuo datore di lavoro.

Ricorda! Prima di poter accedere alle prestazioni dell’Ente Bilaterale, i dipendenti iscritti devono aver maturato un’anzianità minima contributiva di 6 mesi.

Sono un professionista senza dipendenti, posso iscrivermi a EBIPRO?

No. A EBIPRO possono iscriversi solamente i liberi professionisti con dipendenti nei cui confronti viene applicato il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro Studi Professionali.

Per chi non ha dipendenti, il sistema Confprofessioni mette a disposizione la piattaforma BeProf (scaricabile su smartphone) dalla quale è possibile accedere a servizi, prodotti e coperture fatti su misura del professionista.

Sono un dipendente a cui viene applicato un CCNL diverso da quello degli studi professionali. Posso essere iscritto a EBIPRO?

No. A EBIPRO possono essere iscritti unicamente i lavoratori degli studi professionali ai quali viene applicato il CCNL Studi Professionali (codice Cnel H442).

Sono un datore di lavoro/consulente, come posso comunicare le variazioni dell’organico aziendale?

Tutte le variazioni dell’organico aziendale vengono automaticamente acquisite mediante i flussi UniEmens a condizione che venga sempre indicato per i dipendenti il codice ASSP/ASSB nella denuncia mensile.

In alternativa le variazioni possono essere comunicate mediante e-mail agli uffici amministrativi CADIPROF: i nuovi dati verranno contestualmente acquisiti anche dall’Ente Bilaterale.

Sono un dipendente iscritto e ho cambiato datore di lavoro. Devo nuovamente maturare l’anzianità contributiva di 6 mesi?

Se tra la cessazione del precedente rapporto di lavoro e la nuova iscrizione a EBIPRO (non assunzione, ma iscrizione) intercorre un periodo di tempo inferiore ai 15 (quindici) giorni, la copertura rimane in continuità e non viene mai interrotta.

Diversamente, dovrai attendere nuovamente la maturazione dei 6 mesi di anzianità contributiva per accedere alle prestazioni dell’Ente Bilaterale.

Sono un dipendente iscritto e ho cessato il mio rapporto di lavoro: per quanto ancora posso usufruire della copertura EBIPRO?

La copertura EBIPRO termina il giorno successivo a quello in cui è intervenuta la cessazione. Decorso tale termine non sarà più possibile accedere alle prestazioni dell’Ente Bilaterale.

Sono un datore di lavoro, posso iscrivere a EBIPRO un apprendista?

Si, l’iscrizione a EBIPRO di un apprendista è obbligatoria a prescindere dal livello ed è equiparata a tutti gli effetti all’iscrizione di un dipendente.

Sono un datore di lavoro, posso iscrivere a EBIPRO un praticante o un tirocinante?

No, i praticanti e i tirocinanti possono solo essere iscritti a CADIPROF. I datori di lavoro dovranno versare esclusivamente la quota di loro competenza (€ 15,00) per 12 mensilità senza applicare alcuna trattenuta.

Sto effettuando l’iscrizione di uno studio professionale ma i dipendenti sono assunti da anni. Devo versare gli arretrati?

L’iscrizione a EBIPRO/CADIPROF non è mai retroattiva pertanto i versamenti sono dovuti a partire dalla data di effettiva iscrizione del dipendente.

I dipendenti potranno accedere alle prestazioni dell’Ente Bilaterale una volta maturata l’anzianità minima contributiva di 6 mesi.

Sono un datore di lavoro e sto iscrivendo un dipendente che in passato è già stato iscritto a EBIPRO. Devo versare l’Una Tantum?

Il versamento dell’una tantum non è dovuto solo nei casi in cui tra la cessazione del dipendente (ad es. per risoluzione del rapporto di lavoro) e la nuova iscrizione (non assunzione, ma iscrizione) dello stesso per riassunzione o variazione datore di lavoro, intercorra un periodo di tempo inferiore ai 15 (quindici) giorni.

Sono un consulente, come ottengo la delega di uno studio professionale già iscritto?

Per richiedere l’attribuzione di uno studio professionale già iscritto, devi compilare il secondo foglio del modulo di iscrizione IS21 disponibile sul sito www.cadiprof.it e inviarlo a info@cadiprof.it

I co.co.co. possono essere iscritti a EBIPRO?

I lavoratori aventi rapporto di collaborazione coordinata e continuativa possono essere inseriti in sede di iscrizione dello studio professionale alla bilateralità EBIPRO/CADIPROF, fra i soggetti “professionisti” beneficiari delle coperture socio-sanitarie e assistenziali di Gestione Professionisti.

In alternativa, i co.co.co. esterni titolari di partita iva possono iscriversi alla piattaforma resa dal sistema Confprofessioni, BeProf (scaricabile su smartphone) per accedere ai servizi, prodotti e coperture fatti su misura del professionista.

I dipendenti del mio studio professionale sono in CIG: il versamento della bilateralità è dovuto lo stesso?

In caso di variazione del legale rappresentante, bisognerà comunicarla agli uffici amministrativi di CADIPROF e di Gestione Professionisti per e-mail o contattando i rispettivi centralini.

È cambiato il legale rappresentante dello studio professionale, come si comunica la variazione?

La quota contributiva EBIPRO/CADIPROF continua ad essere dovuta anche nei periodi in cui uno o più dipendenti sono in cassa integrazione o percepiscono altre forme di ammortizzatore sociale.

L’unico caso in cui la quota contributiva può essere sospesa è per un periodo di aspettativa non retribuita. Per permettere la sospensione dei versamenti è comunque necessario contattare gli uffici amministrativi di CADIPROF.

Il dipendente che lavora part-time per più studi professionali diversi deve essere iscritto da ogni datore?

Il contributo EBIPRO/CADIPROF per ogni dipendente è dovuto una sola volta: pertanto i datori di lavoro possono concordare e comunicare a info@cadiprof.it quale studio si fa carico dell’iscrizione e della contribuzione alla bilateralità, fermo restando l’impegno dello studio che non effettua l’iscrizione a subentrare immediatamente al primo nel caso in cui il rapporto di lavoro con il dipendente venisse interrotto.

Nel caso in cui due studi condividano lo stesso e unico dipendente e qualora il datore di lavoro che non si iscrive voglia essere coperto da Gestione Professionisti, può comunque aderire a EBIPRO versando un contributo mensile di € 5,00.

Sono un consulente con dipendenti evorremmo beneficiare anche noi dei servizi della bilateralità. Come possiamo fare?

I consulenti, i commercialisti e ogni altra figura intermediaria con dipendenti che intendono beneficiare a loro volta dei servizi della bilateralità EBIPRO/CADIPROF dovranno aggiungere loro stessi dal profiloConsulente nell’elenco delle aziende in delega.

Una volta acquisiti i dati dal flusso UniEmens/F24, i consulenti potranno effettuare la registrazione all’Area Riservata in qualità di Professionista DDL per poter utilizzare le prestazioni. I dipendenti potranno accedere registrandosi come “Lavoratore dipendente”.

Ricorda! Le domande di prestazioni datoriali EBIPRO dovranno essere trasmesse solamente dal profilo Professionista DDL.

Sono un dipendente iscritto a EBIPRO. Quali prestazioni posso richiedere?

Le prestazioni dedicate agli iscritti dipendenti, sono consultabili nella sezione del sito web Servizi – Per il lavoratore.

Ogni prestazione è disciplinata da un Regolamento che ne dispone i criteri di funzionamento e i massimali disponibili.

Le prestazioni sono accessibili trasmettendo una domanda di rimborso telematica dall’Area Riservata.

Sono un datore di lavoro iscritto a EBIPRO. Quali prestazioni posso richiedere?

Le prestazioni dedicate agli iscritti professionisti, sono consultabili nella sezione del sito web Servizi – Per il datore di lavoro.

Ogni prestazione è disciplinata da un Regolamento che ne dispone i criteri di funzionamento e i massimalidisponibili.

Le prestazioni sono accessibili trasmettendo una domanda di rimborso telematica dall’Area Riservata.

Cosa sono i Regolamenti? Mi servono per ottenere i rimborsi?

I Regolamenti raccolgono i massimali e i criteri tramite i quali sono disciplinate tutte le prestazioni erogate dall’Ente Bilaterale.

Per evitare sospensioni o rigetti delle richieste bisogna conoscere le disposizioni del Regolamento della misura di cui si intende fruire.

Una volta iscritto a EBIPRO, posso subito accedere alle prestazioni?

Se sei un datore di lavoro, devi maturare l’anzianità minima contributiva che varia a seconda del servizio. I termini sono fissati dal Regolamento della prestazione di riferimento.

Se sei un dipendente, devi maturare, a prescindere dalla prestazione, un’anzianità minima contributiva di 6 mesi al momento della presentazione della domanda.

Come si inviano le domande di accesso alle prestazioni?

Le domande si trasmettono esclusivamente online tramite l’Area Riservata.

Se non hai ancora effettuato la prima registrazione al portale, devi cliccare il link REGISTRATI del box di competenza (Lavoratore dipendente/Professionista DDL) e generare le tue credenziali.

Una volta entrato nell’Area Riservata, devi selezionare la casella EBIPRO (colore fucsia) e cliccare il pulsante NUOVA RICHIESTA.

Inviata la richiesta, dovrai attenderne la lavorazione entro le tempistiche previste.

Come invio i documenti per la richiesta di un rimborso?

I documenti vanno allegati durante la compilazione della richiesta nell’Area Riservata. Precisamente al 3° step di compilazione.

Attenzione: Non sono ammessi formati diversi da PDF e/o allegati protetti da credenziali. Raccomandiamo di nominare sempre i files escludendo punteggiatura, numeri, simboli e caratteri speciali.

Sto compilando la domanda di un rimborso ma mi viene richiesta una firma digitale. Cosa significa?

La firma digitale altro non è che la convalida della richiesta tramite un codice numero OTP che arriva via sms al numero di cellulare indicato.

Assicurati di aver inserito un valido numero di cellulare e di aver cliccato il pulsante “Richiedi codice via SMS”.

Come posso conoscere lo stato di lavorazione di una richiesta?

Basta entrare nell’Area Riservata con le proprie credenziali e consultare il riepilogo di tutte le domande inviate a EBIPRO.

La legenda dei vari stati di lavorazione ti aiuterà a comprendere lo stato della richiesta trasmessa.

Ricorda! EBIPRO provvede all’erogazione della misura entro 4 mesi dall’invio della domanda completa di tutta la documentazione necessaria.

Come viene erogato il rimborso/incentivo?

La misura riconosciuta in fase di lavorazione della domanda, viene erogata tramite bonifico bancario sull’IBAN che l’utente immette durante la compilazione della richiesta.

La mia domanda è in stato LIQUIDABILE. Quanto devo attendere per ricevere l’accredito?

Non è possibile dare una stima delle tempistiche di accredito. Gli importi riconosciuti vengono trasferiti sui conti correnti entro 120 giorni dall’invio delle domande.

Sono un dipendente, posso richiedere il rimborso di una spesa che non ho sostenuto io?

No. Ai fini dell’ottenimento del rimborso è richiesto che l’iscritto a EBIPRO sia l’effettivo titolare della spesa.

Sono un dipendente, i massimali delle prestazioni variano in base al numero di figli?

No. Le percentuali e i massimali stabiliti da ogni Regolamento sono fissi ovvero non mutano in base a variabili quali il reddito o il numero di figli dell’iscritto.

Ad esempio: il rimborso dei libri scolastici acquistati per 2 figli rimane l’80% della spesa complessiva fino al massimale di € 200,00.

Sono un dipendente, per ottenere il rimborso delle spese sostenute per un figlio è necessario che sia fiscalmente a mio carico?

No. Non è necessario che il figlio sia a carico fiscale bensì che le spese siano state sostenute da chi è iscritto e versa all’Ente Bilaterale.

In caso di genitori entrambi iscritti a EBIPRO, la domanda per il medesimo figlio potrà essere presentata da un solo genitore.

Ho ricevuto una e-mail per l’integrazione di una domanda sospesa. Come invio i documenti aggiuntivi richiesti?

I documenti oggetto di integrazione, devono essere inviati dall’Area Riservata.

Dovrai selezionare la domanda in stato SOSPESA, aggiungere e categorizzare i nuovi documenti e infine cliccare Invia integrazione documenti.

Conclusa l’operazione, potrai monitorare lo stato di avanzamento della richiesta dall’Area Riservata.

Attenzione: Ai fini del buon esito dell’integrazione, raccomandiamo di nominare i files escludendo punteggiatura, numeri, simboli e caratteri speciali. Non sono ammessi formati diversi da PDF e/o allegati protetti da credenziali.

Ho ricevuto una e-mail per la sospensione di una richiesta per IBAN errato. Cosa devo fare?

Basterà tornare nell’Area Riservata e selezionare la domanda in stato SOSPESA PER IBAN, dopodiché dovrai inserire le coordinate bancarie corrette e cliccare Invia integrazione documenti.

Conclusa l’operazione, potrai monitorare lo stato di avanzamento della richiesta dall’Area Riservata.

Posso richiedere a EBIPRO la nomina del RLST?

EBIPRO non è articolato territorialmente per cui non sono presenti gli OPT/Enti Bilaterali territoriali.

Qualora i lavoratori dello studio professionale all’esito della procedura di elezione abbiano deciso di non eleggere il RLS (rappresentante dei lavoratori per la sicurezza) e il datore di lavoro voglia richiedere a EBIPRO la nomina del RLS territoriale, bisognerà procedere come segue:

  1. Il datore di lavoro potrà inviare all’indirizzo servizi@ebipro.it una e-mail con la richiesta della nomina del RLST allegando alla stessa copia del verbale di mancata nomina del RLS firmato dal legale rappresentante e sottoscritto dai dipendenti.
  2. Alla e-mail, seguirà una risposta automatica con allegato il responso dell’Ente Bilaterale, avente valenza sostitutiva della nomina, da scaricare e inserire nel DVR

Ogni altra utile informazione in materia è ricavabile dal testo del vigente Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Studi Professionali.

Posso richiedere a EBIPRO il parere di conformità del piano formativo individuale di un apprendista?

Il CCNL Studi Professionali non ha affidato all’Ente Bilaterale Nazionale il compito di intervenire nella stesura o nella vidimazione del piano formativo individuale di un rapporto di apprendistato.

Fermo restando quanto previsto dal CCNL e dalla normativa in tema di apprendistato, EBIPRO non rilascia alcun parere di conformità.

A supporto degli studi professionali, il CCNL mette a disposizione nella sezione relativa agli allegati, il facsimile del contratto di apprendistato e un modello precompilato del piano formativo individuale da sottoscrivere all’atto di assunzione dell’apprendista.

Posso richiedere a EBIPRO la collaborazione e approvazione di un corso di formazione di salute e sicurezza?

EBIPRO non è articolato territorialmente per cui non sono presenti gli OPT/Enti Bilaterali territoriali.

Lo studio professionale potrà avanzare richiesta di collaborazione e approvazione di un corso di formazione di salute e sicurezza ex. 81/08 e s.m.i. scrivendoci a info@ebipro.it.

Il corso di salute e sicurezza si intenderà automaticamente approvato decorsi 15 (quindici) giorni dalla richiesta senza il riscontro dell’Ente Bilaterale. Successivamente il datore di lavoro potrà procedere in autonomia per la pianificazione e realizzazione delle attività formative.

Ogni altra utile informazione in materia è ricavabile dal testo del vigente Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Studi Professionali.

Non ricordo più le mie credenziali, come le recupero?

Clicca il tasto “Password dimenticata” nella pagina ACCESSO AREA RISERVATA.

Dovrai inserire la Username e l’indirizzo mail registrato in anagrafica, al quale riceverai le istruzioni per generare una nuova password.

Se non ricevi l’e-mail in posta in arrivo, controlla nella cartella SPAM/quarantena (potrebbe essere filtrata dal tuo gestore di posta elettronica).

Se non ricordi la username o l’indirizzo mail registrato in anagrafica, puoi chiedere assistenza contattando EBIPRO al numero 06.5918786 attivo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 13:00 o scrivendo a info@ebipro.it (specifica il tuo codice fiscale/P.IVA).

Sono un nuovo iscritto, come accedo al portale?

Devi anzitutto effettuare la prima registrazione cliccando il tasto ACCESSO AREA RISERVATA sul sito www.ebipro.it

A seconda che tu sia un lavoratore dipendente, un professionista datore di lavoro o un consulente, dovrai selezionare il link REGISTRATI del box di riferimento ed iniziare con la registrazione.

L’Area Riservata è comune per EBIPRO, CADIPROF e GESTIONE PROFESSIONISTI quindi le credenziali che creerai dal sito EBIPRO saranno valide anche per gli altri enti.

Posso entrare nell’Area Riservata utilizzando uno smartphone o un tablet?

Si, assicurati però che lo schermo sia completamente aperto e leggibile.

Ho provato a registrarmi all’Area Riservata ma il sistema fornisce il messaggio di errore “Utente già presente nei nostri archivi, contattare i servizi amministrativi”. Cosa significa?

Significa che in passato hai già effettuato la registrazione all’Area Riservata.

Se non ricordi la password che avevi impostato clicca il tasto “Password dimenticata” nella pagina ACCESSO AREA RISERVATA. Dovrai inserire la Username e l’indirizzo mail dopodiché riceverai una nuova password all’indirizzo mail che hai comunicato in fase di prima registrazione.

Se non ricordi l’indirizzo mail che hai scelto in fase di registrazione oppure non ricordi la tua username, contatta EBIPRO al numero 06.5918786 attivo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 13:00 oppure scrivici a info@ebipro.it

 

Se non ricevi l’e-mail in posta in arrivo, controlla nella cartella SPAM/quarantena (potrebbe essere filtrata dal tuo gestore di posta elettronica).

Ho effettuato la registrazione all’Area Riservata ma il sistema fornisce il messaggio di errore “Attenzione registrazione incompleta”. Cosa significa?

Significa che devi ancora cliccare il link di attivazione del profilo inviato per e-mail all’indirizzo da te scelto durante la registrazione.

Recupera l’e-mail che hai ricevuto (verifica se giunta in spam) e clicca il link per completare definitivamente la registrazione all’Area Riservata.

Attenzione: se non hai ricevuto la mail o se una volta cliccato il link il sistema non ti permette comunque di accedere, contatta EBIPRO al numero 06.5918786 attivo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 13:00 oppure scrivici a info@ebipro.it

Sto validando il mio numero di cellulare all’interno dell’Area Riservata ma non ricevo il codice OTP. Come risolvo il problema?

Il codice OTP non viene recapitato qualora il numero di cellulare inserito presenti spazi, simboli o caratteri (-, /, _, etc.) prima, dopo e fra le cifre componenti il numero.

È sufficiente che tu corregga la sequenza inserendo i soli numeri senza interruzione e richiedendo l’invio di un nuovo codice OTP.

Attenzione: il prefisso non deve essere scritto manualmente nel campo cellulare ma selezionato dal menù a tendina di fianco.

Cos'è EBIPRO?

EBIPRO è l’ente bilaterale istituito dal Contratto Collettivo Nazionale per i dipendenti degli Studi Professionali firmato dalle parti sociali maggiormente rappresentative del settore: Confprofessioni, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e UILTuCS.

I lavoratori dipendenti i cui rapporti di lavoro sono disciplinati dalla normativa del CCNL Studi Professionali, devono essere iscritti dal datoreal sistema bilaterale EBIPRO/CADIPROF come previsto dall’art. 13 del contratto.

EBIPRO costituisce la struttura alla quale le parti firmatarie del CCNL intendono assegnare ruoli, compiti e funzioni finalizzati ad offrire un sistema plurimo di servizi qualitativi rivolti a tutti gli operatori degli studi professionali (dipendenti e titolari).

Cos'è un Ente Bilaterale?

Gli enti bilaterali sono associazioni senza scopo di lucro istituite dalle organizzazioni datoriali e sindacali in sede di contrattazione collettiva, con il compito di erogare servizi e prestazioni in favore dei soggetti rientranti nella disciplina del contratto collettivo di appartenenza.

Un ente bilaterale è “bilaterale” perché la costituzione, amministrazione e gestione spetta pariteticamente ai rappresentanti dei sindacati dei lavoratori e ai rappresentanti delle associazioni datoriali.

Oltre ad assicurare misure di assistenza mutualistica per gli iscritti, gli enti bilaterali ricoprono il ruolo, normativamente sancito, di sedi privilegiate per la regolazione del mercato del lavoro del proprio comparto.

A chi è rivolto EBIPRO?

EBIPRO è destinato ai professionisti datori di lavoro e ai dipendenti degli studi professionali ai quali viene applicato il Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Studi Professionali.

Cosa fa EBIPRO?

EBIPRO restituisce le quote mensilmente versate dai datori di lavoro e dai dipendenti iscritti, sotto forma di contributi, rimborsi e incentivi in specifiche aree di particolare importanza per i beneficiari.

Per i liberi professionisti datori di lavoro, EBIPRO eroga le misure in sostegno dell’attività dello studio professionale. Sono rimborsati i corsi per la formazione in materia di salute e sicurezza, di privacy e antiriciclaggio, le spese per l’acquisto di hardware per lo smartworking e le retribuzioni orarie maturate dai dipendenti durante i permessi studio.

L’Ente Bilaterale incentiva inoltre gli studi professionali che stabilizzano i rapporti di lavoro a termine (6 tipologie) e che attivano tirocini curriculari o percorsi di alternanza.

EBIPRO sostiene, infine, lo studio in caso di malattia grave del dipendente che richiede l’astensione dal lavoro per più di 180 giorni.

Per i lavoratori dipendenti vengono stanziati fondi per i rimborsi dei libri scolastici dei figli, delle tasse universitarie, delle attività sportive e per l’acquisto di abbonamenti per il trasporto pubblico.

Ogni servizio è accessibile compilando una domanda telematica nel portale Area Riservata ed è disciplinato da un Regolamento che ne dispone i limiti e le modalità di fruizione.

Come si effettua l’iscrizione a EBIPRO?

Il datore di lavoro che applica il CCNL Studi Professionali è tenuto ad iscrivere lo studio professionale e i dipendenti alla bilateralità EBIPRO/CADIPROF osservando le seguenti modalità:

  • UNIEMENS/F24: inserimento codice ASSB (Ebipro) e ASSP (Cadiprof) nell’elemento CONVBILAT di ciascun lavoratore e versamento mediante F24 sez. INPS causale univoca “ASSP” dei contributi previsti;

 

  • Registrazione all’Area Riservata della bilateralità come consulente o direttamente come professionista datore di lavoro;

 

  • Invio del modulo di iscrizione debitamente compilato in ogni sua parte reperibile sul sito cadiprof.it.

 

Non è possibile iscrivere i lavoratori ad EBIPRO senza che avvenga anche l’iscrizione a CADIPROF e viceversa.

La contribuzione a EBIPRO e CADIPROF tramite F24,si compone di:

  1. un versamento una tantum per la prima iscrizione dei lavoratori pari a € 24,00 per dipendente;

 

  1. versamenti ordinari da corrispondere per 12 mensilità pari a € 22,00 per dipendente. € 2 di questi dovranno essere trattenuti al lavoratore in busta paga (l’importo non è riproporzionabile in caso di contratto di lavoro a tempo parziale).

Attenzione: Il datore di lavoro che ometta il versamento delle quote destinate alla bilateralità è tenuto a corrispondere ad ogni lavoratore un elemento distinto della retribuzione pari a € 32 per 14 mensilità rientrante nella retribuzione di fatto e nella base di calcolo per il trattamento di fine rapporto (l’importo non è riproporzionabile in caso di contratto di lavoro a tempo parziale).

Ogni altra utile informazione è ricavabile dal Regolamento amministrativo Cadiprof.

Qual è la differenza tra CADIPROF ed EBIPRO?

Nonostante l’iscrizione e la contribuzione ai due enti sia comune e contestuale, CADIPROF e EBIPRO non vanno confusi!

CADIPROF è la Cassa di Assistenza Sanitaria Integrativa che gestisce ed eroga le prestazioni di assistenza sanitaria e socio-sanitaria per i dipendenti degli studi professionali.

EBIPRO è l’Ente Bilaterale per gli studi professionali con il compito di fornire prestazioni di welfare e servizi per il lavoro a favore sia dei professionisti sia dei dipendenti.

Qual è la differenza tra EBIPRO e GESTIONE PROFESSIONISTI?

EBIPRO è la gestione ordinaria dell’Ente Bilaterale per gli studi professionali con il compito di erogare prestazioni di welfare e servizi per il lavoro a favore sia dei professionisti sia dei dipendenti.

GESTIONE PROFESSIONISTI è, invece, una gestione operativa separata di Ebipro. Il professionista che contribuisce regolarmente a EBIPRO/CADIPROF può automaticamente godere anche delle ampie coperture socio-sanitarie e assistenziali di Gestione Professionisti consultabili sul sito www.gestioneprofessionisti.it

Quali tipologie di dipendenti possono essere iscritte a EBIPRO?

Tutti i dipendenti nei cui confronti viene applicato il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro Studi Professionali, devono essere iscritti dal datore di lavoro a EBIPRO e CADIPROF.

Devono essere ricompresi quindi anche i sostituti, gli apprendisti, gli intermittenti e i somministrati.

Quali tipologie di professionisti possono aderire a EBIPRO?

Tutti i liberi professionisti con dipendenti nei cui confronti viene applicato il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro Studi Professionali, devono iscrivere lo studio e i lavoratori a EBIPRO e CADIPROF a prescindere dall’appartenenza ad associazioni datoriali e albi professionali o dalla tipologia di forma giuridica (ditta individuale, stp, associazione…).

Sono un dipendente di uno studio professionale, come capisco di essere iscritto a EBIPRO?

È semplice, basta verificare che sulla propria busta paga sia presente la trattenuta della quota di 2 euro a carico del dipendente con causale “EBIPRO”, “ENTE BILATERALE” o voci simili.

Se in busta paga non trovi la trattenuta, chiedi informazioni al tuo datore di lavoro.

Ricorda! Prima di poter accedere alle prestazioni dell’Ente Bilaterale, i dipendenti iscritti devono aver maturato un’anzianità minima contributiva di 6 mesi.

Sono un professionista senza dipendenti, posso iscrivermi a EBIPRO?

No. A EBIPRO possono iscriversi solamente i liberi professionisti con dipendenti nei cui confronti viene applicato il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro Studi Professionali.

Per chi non ha dipendenti, il sistema Confprofessioni mette a disposizione la piattaforma BeProf (scaricabile su smartphone) dalla quale è possibile accedere a servizi, prodotti e coperture fatti su misura del professionista.

Sono un dipendente a cui viene applicato un CCNL diverso da quello degli studi professionali. Posso essere iscritto a EBIPRO?

No. A EBIPRO possono essere iscritti unicamente i lavoratori degli studi professionali ai quali viene applicato il CCNL Studi Professionali (codice Cnel H442).

Sono un datore di lavoro/consulente, come posso comunicare le variazioni dell’organico aziendale?

Tutte le variazioni dell’organico aziendale vengono automaticamente acquisite mediante i flussi UniEmens a condizione che venga sempre indicato per i dipendenti il codice ASSP/ASSB nella denuncia mensile.

In alternativa le variazioni possono essere comunicate mediante e-mail agli uffici amministrativi CADIPROF: i nuovi dati verranno contestualmente acquisiti anche dall’Ente Bilaterale.

Sono un dipendente iscritto e ho cambiato datore di lavoro. Devo nuovamente maturare l’anzianità contributiva di 6 mesi?

Se tra la cessazione del precedente rapporto di lavoro e la nuova iscrizione a EBIPRO (non assunzione, ma iscrizione) intercorre un periodo di tempo inferiore ai 15 (quindici) giorni, la copertura rimane in continuità e non viene mai interrotta.

Diversamente, dovrai attendere nuovamente la maturazione dei 6 mesi di anzianità contributiva per accedere alle prestazioni dell’Ente Bilaterale.

Sono un dipendente iscritto e ho cessato il mio rapporto di lavoro: per quanto ancora posso usufruire della copertura EBIPRO?

La copertura EBIPRO termina il giorno successivo a quello in cui è intervenuta la cessazione. Decorso tale termine non sarà più possibile accedere alle prestazioni dell’Ente Bilaterale.

Sono un datore di lavoro, posso iscrivere a EBIPRO un apprendista?

Si, l’iscrizione a EBIPRO di un apprendista è obbligatoria a prescindere dal livello ed è equiparata a tutti gli effetti all’iscrizione di un dipendente.

Sono un datore di lavoro, posso iscrivere a EBIPRO un praticante o un tirocinante?

No, i praticanti e i tirocinanti possono solo essere iscritti a CADIPROF. I datori di lavoro dovranno versare esclusivamente la quota di loro competenza (€ 15,00) per 12 mensilità senza applicare alcuna trattenuta.

Sto effettuando l’iscrizione di uno studio professionale ma i dipendenti sono assunti da anni. Devo versare gli arretrati?

L’iscrizione a EBIPRO/CADIPROF non è mai retroattiva pertanto i versamenti sono dovuti a partire dalla data di effettiva iscrizione del dipendente.

I dipendenti potranno accedere alle prestazioni dell’Ente Bilaterale una volta maturata l’anzianità minima contributiva di 6 mesi.

Sono un datore di lavoro e sto iscrivendo un dipendente che in passato è già stato iscritto a EBIPRO. Devo versare l’Una Tantum?

Il versamento dell’una tantum non è dovuto solo nei casi in cui tra la cessazione del dipendente (ad es. per risoluzione del rapporto di lavoro) e la nuova iscrizione (non assunzione, ma iscrizione) dello stesso per riassunzione o variazione datore di lavoro, intercorra un periodo di tempo inferiore ai 15 (quindici) giorni.

Sono un consulente, come ottengo la delega di uno studio professionale già iscritto?

Per richiedere l’attribuzione di uno studio professionale già iscritto, devi compilare il secondo foglio del modulo di iscrizione IS21 disponibile sul sito www.cadiprof.it e inviarlo a info@cadiprof.it

I co.co.co. possono essere iscritti a EBIPRO?

I lavoratori aventi rapporto di collaborazione coordinata e continuativa possono essere inseriti in sede di iscrizione dello studio professionale alla bilateralità EBIPRO/CADIPROF, fra i soggetti “professionisti” beneficiari delle coperture socio-sanitarie e assistenziali di Gestione Professionisti.

In alternativa, i co.co.co. esterni titolari di partita iva possono iscriversi alla piattaforma resa dal sistema Confprofessioni, BeProf (scaricabile su smartphone) per accedere ai servizi, prodotti e coperture fatti su misura del professionista.

I dipendenti del mio studio professionale sono in CIG: il versamento della bilateralità è dovuto lo stesso?

In caso di variazione del legale rappresentante, bisognerà comunicarla agli uffici amministrativi di CADIPROF e di Gestione Professionisti per e-mail o contattando i rispettivi centralini.

È cambiato il legale rappresentante dello studio professionale, come si comunica la variazione?

La quota contributiva EBIPRO/CADIPROF continua ad essere dovuta anche nei periodi in cui uno o più dipendenti sono in cassa integrazione o percepiscono altre forme di ammortizzatore sociale.

L’unico caso in cui la quota contributiva può essere sospesa è per un periodo di aspettativa non retribuita. Per permettere la sospensione dei versamenti è comunque necessario contattare gli uffici amministrativi di CADIPROF.

Il dipendente che lavora part-time per più studi professionali diversi deve essere iscritto da ogni datore?

Il contributo EBIPRO/CADIPROF per ogni dipendente è dovuto una sola volta: pertanto i datori di lavoro possono concordare e comunicare a info@cadiprof.it quale studio si fa carico dell’iscrizione e della contribuzione alla bilateralità, fermo restando l’impegno dello studio che non effettua l’iscrizione a subentrare immediatamente al primo nel caso in cui il rapporto di lavoro con il dipendente venisse interrotto.

Nel caso in cui due studi condividano lo stesso e unico dipendente e qualora il datore di lavoro che non si iscrive voglia essere coperto da Gestione Professionisti, può comunque aderire a EBIPRO versando un contributo mensile di € 5,00.

Sono un consulente con dipendenti evorremmo beneficiare anche noi dei servizi della bilateralità. Come possiamo fare?

I consulenti, i commercialisti e ogni altra figura intermediaria con dipendenti che intendono beneficiare a loro volta dei servizi della bilateralità EBIPRO/CADIPROF dovranno aggiungere loro stessi dal profiloConsulente nell’elenco delle aziende in delega.

Una volta acquisiti i dati dal flusso UniEmens/F24, i consulenti potranno effettuare la registrazione all’Area Riservata in qualità di Professionista DDL per poter utilizzare le prestazioni. I dipendenti potranno accedere registrandosi come “Lavoratore dipendente”.

Ricorda! Le domande di prestazioni datoriali EBIPRO dovranno essere trasmesse solamente dal profilo Professionista DDL.

Sono un dipendente iscritto a EBIPRO. Quali prestazioni posso richiedere?

Le prestazioni dedicate agli iscritti dipendenti, sono consultabili nella sezione del sito web Servizi – Per il lavoratore.

Ogni prestazione è disciplinata da un Regolamento che ne dispone i criteri di funzionamento e i massimali disponibili.

Le prestazioni sono accessibili trasmettendo una domanda di rimborso telematica dall’Area Riservata.

Sono un datore di lavoro iscritto a EBIPRO. Quali prestazioni posso richiedere?

Le prestazioni dedicate agli iscritti professionisti, sono consultabili nella sezione del sito web Servizi – Per il datore di lavoro.

Ogni prestazione è disciplinata da un Regolamento che ne dispone i criteri di funzionamento e i massimalidisponibili.

Le prestazioni sono accessibili trasmettendo una domanda di rimborso telematica dall’Area Riservata.

Cosa sono i Regolamenti? Mi servono per ottenere i rimborsi?

I Regolamenti raccolgono i massimali e i criteri tramite i quali sono disciplinate tutte le prestazioni erogate dall’Ente Bilaterale.

Per evitare sospensioni o rigetti delle richieste bisogna conoscere le disposizioni del Regolamento della misura di cui si intende fruire.

Una volta iscritto a EBIPRO, posso subito accedere alle prestazioni?

Se sei un datore di lavoro, devi maturare l’anzianità minima contributiva che varia a seconda del servizio. I termini sono fissati dal Regolamento della prestazione di riferimento.

Se sei un dipendente, devi maturare, a prescindere dalla prestazione, un’anzianità minima contributiva di 6 mesi al momento della presentazione della domanda.

Come si inviano le domande di accesso alle prestazioni?

Le domande si trasmettono esclusivamente online tramite l’Area Riservata.

Se non hai ancora effettuato la prima registrazione al portale, devi cliccare il link REGISTRATI del box di competenza (Lavoratore dipendente/Professionista DDL) e generare le tue credenziali.

Una volta entrato nell’Area Riservata, devi selezionare la casella EBIPRO (colore fucsia) e cliccare il pulsante NUOVA RICHIESTA.

Inviata la richiesta, dovrai attenderne la lavorazione entro le tempistiche previste.

Come invio i documenti per la richiesta di un rimborso?

I documenti vanno allegati durante la compilazione della richiesta nell’Area Riservata. Precisamente al 3° step di compilazione.

Attenzione: Non sono ammessi formati diversi da PDF e/o allegati protetti da credenziali. Raccomandiamo di nominare sempre i files escludendo punteggiatura, numeri, simboli e caratteri speciali.

Sto compilando la domanda di un rimborso ma mi viene richiesta una firma digitale. Cosa significa?

La firma digitale altro non è che la convalida della richiesta tramite un codice numero OTP che arriva via sms al numero di cellulare indicato.

Assicurati di aver inserito un valido numero di cellulare e di aver cliccato il pulsante “Richiedi codice via SMS”.

Come posso conoscere lo stato di lavorazione di una richiesta?

Basta entrare nell’Area Riservata con le proprie credenziali e consultare il riepilogo di tutte le domande inviate a EBIPRO.

La legenda dei vari stati di lavorazione ti aiuterà a comprendere lo stato della richiesta trasmessa.

Ricorda! EBIPRO provvede all’erogazione della misura entro 4 mesi dall’invio della domanda completa di tutta la documentazione necessaria.

Come viene erogato il rimborso/incentivo?

La misura riconosciuta in fase di lavorazione della domanda, viene erogata tramite bonifico bancario sull’IBAN che l’utente immette durante la compilazione della richiesta.

La mia domanda è in stato LIQUIDABILE. Quanto devo attendere per ricevere l’accredito?

Non è possibile dare una stima delle tempistiche di accredito. Gli importi riconosciuti vengono trasferiti sui conti correnti entro 120 giorni dall’invio delle domande.

Sono un dipendente, posso richiedere il rimborso di una spesa che non ho sostenuto io?

No. Ai fini dell’ottenimento del rimborso è richiesto che l’iscritto a EBIPRO sia l’effettivo titolare della spesa.

Sono un dipendente, i massimali delle prestazioni variano in base al numero di figli?

No. Le percentuali e i massimali stabiliti da ogni Regolamento sono fissi ovvero non mutano in base a variabili quali il reddito o il numero di figli dell’iscritto.

Ad esempio: il rimborso dei libri scolastici acquistati per 2 figli rimane l’80% della spesa complessiva fino al massimale di € 200,00.

Sono un dipendente, per ottenere il rimborso delle spese sostenute per un figlio è necessario che sia fiscalmente a mio carico?

No. Non è necessario che il figlio sia a carico fiscale bensì che le spese siano state sostenute da chi è iscritto e versa all’Ente Bilaterale.

In caso di genitori entrambi iscritti a EBIPRO, la domanda per il medesimo figlio potrà essere presentata da un solo genitore.

Ho ricevuto una e-mail per l’integrazione di una domanda sospesa. Come invio i documenti aggiuntivi richiesti?

I documenti oggetto di integrazione, devono essere inviati dall’Area Riservata.

Dovrai selezionare la domanda in stato SOSPESA, aggiungere e categorizzare i nuovi documenti e infine cliccare Invia integrazione documenti.

Conclusa l’operazione, potrai monitorare lo stato di avanzamento della richiesta dall’Area Riservata.

Attenzione: Ai fini del buon esito dell’integrazione, raccomandiamo di nominare i files escludendo punteggiatura, numeri, simboli e caratteri speciali. Non sono ammessi formati diversi da PDF e/o allegati protetti da credenziali.

Ho ricevuto una e-mail per la sospensione di una richiesta per IBAN errato. Cosa devo fare?

Basterà tornare nell’Area Riservata e selezionare la domanda in stato SOSPESA PER IBAN, dopodiché dovrai inserire le coordinate bancarie corrette e cliccare Invia integrazione documenti.

Conclusa l’operazione, potrai monitorare lo stato di avanzamento della richiesta dall’Area Riservata.

Posso richiedere a EBIPRO la nomina del RLST?

EBIPRO non è articolato territorialmente per cui non sono presenti gli OPT/Enti Bilaterali territoriali.

Qualora i lavoratori dello studio professionale all’esito della procedura di elezione abbiano deciso di non eleggere il RLS (rappresentante dei lavoratori per la sicurezza) e il datore di lavoro voglia richiedere a EBIPRO la nomina del RLS territoriale, bisognerà procedere come segue:

  1. Il datore di lavoro potrà inviare all’indirizzo servizi@ebipro.it una e-mail con la richiesta della nomina del RLST allegando alla stessa copia del verbale di mancata nomina del RLS firmato dal legale rappresentante e sottoscritto dai dipendenti.
  2. Alla e-mail, seguirà una risposta automatica con allegato il responso dell’Ente Bilaterale, avente valenza sostitutiva della nomina, da scaricare e inserire nel DVR

Ogni altra utile informazione in materia è ricavabile dal testo del vigente Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Studi Professionali.

Posso richiedere a EBIPRO il parere di conformità del piano formativo individuale di un apprendista?

Il CCNL Studi Professionali non ha affidato all’Ente Bilaterale Nazionale il compito di intervenire nella stesura o nella vidimazione del piano formativo individuale di un rapporto di apprendistato.

Fermo restando quanto previsto dal CCNL e dalla normativa in tema di apprendistato, EBIPRO non rilascia alcun parere di conformità.

A supporto degli studi professionali, il CCNL mette a disposizione nella sezione relativa agli allegati, il facsimile del contratto di apprendistato e un modello precompilato del piano formativo individuale da sottoscrivere all’atto di assunzione dell’apprendista.

Posso richiedere a EBIPRO la collaborazione e approvazione di un corso di formazione di salute e sicurezza?

EBIPRO non è articolato territorialmente per cui non sono presenti gli OPT/Enti Bilaterali territoriali.

Lo studio professionale potrà avanzare richiesta di collaborazione e approvazione di un corso di formazione di salute e sicurezza ex. 81/08 e s.m.i. scrivendoci a info@ebipro.it.

Il corso di salute e sicurezza si intenderà automaticamente approvato decorsi 15 (quindici) giorni dalla richiesta senza il riscontro dell’Ente Bilaterale. Successivamente il datore di lavoro potrà procedere in autonomia per la pianificazione e realizzazione delle attività formative.

Ogni altra utile informazione in materia è ricavabile dal testo del vigente Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Studi Professionali.

Non ricordo più le mie credenziali, come le recupero?

Clicca il tasto “Password dimenticata” nella pagina ACCESSO AREA RISERVATA.

Dovrai inserire la Username e l’indirizzo mail registrato in anagrafica, al quale riceverai le istruzioni per generare una nuova password.

Se non ricevi l’e-mail in posta in arrivo, controlla nella cartella SPAM/quarantena (potrebbe essere filtrata dal tuo gestore di posta elettronica).

Se non ricordi la username o l’indirizzo mail registrato in anagrafica, puoi chiedere assistenza contattando EBIPRO al numero 06.5918786 attivo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 13:00 o scrivendo a info@ebipro.it (specifica il tuo codice fiscale/P.IVA).

Sono un nuovo iscritto, come accedo al portale?

Devi anzitutto effettuare la prima registrazione cliccando il tasto ACCESSO AREA RISERVATA sul sito www.ebipro.it

A seconda che tu sia un lavoratore dipendente, un professionista datore di lavoro o un consulente, dovrai selezionare il link REGISTRATI del box di riferimento ed iniziare con la registrazione.

L’Area Riservata è comune per EBIPRO, CADIPROF e GESTIONE PROFESSIONISTI quindi le credenziali che creerai dal sito EBIPRO saranno valide anche per gli altri enti.

Posso entrare nell’Area Riservata utilizzando uno smartphone o un tablet?

Si, assicurati però che lo schermo sia completamente aperto e leggibile.

Ho provato a registrarmi all’Area Riservata ma il sistema fornisce il messaggio di errore “Utente già presente nei nostri archivi, contattare i servizi amministrativi”. Cosa significa?

Significa che in passato hai già effettuato la registrazione all’Area Riservata.

Se non ricordi la password che avevi impostato clicca il tasto “Password dimenticata” nella pagina ACCESSO AREA RISERVATA. Dovrai inserire la Username e l’indirizzo mail dopodiché riceverai una nuova password all’indirizzo mail che hai comunicato in fase di prima registrazione.

Se non ricordi l’indirizzo mail che hai scelto in fase di registrazione oppure non ricordi la tua username, contatta EBIPRO al numero 06.5918786 attivo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 13:00 oppure scrivici a info@ebipro.it

 

Se non ricevi l’e-mail in posta in arrivo, controlla nella cartella SPAM/quarantena (potrebbe essere filtrata dal tuo gestore di posta elettronica).

Ho effettuato la registrazione all’Area Riservata ma il sistema fornisce il messaggio di errore “Attenzione registrazione incompleta”. Cosa significa?

Significa che devi ancora cliccare il link di attivazione del profilo inviato per e-mail all’indirizzo da te scelto durante la registrazione.

Recupera l’e-mail che hai ricevuto (verifica se giunta in spam) e clicca il link per completare definitivamente la registrazione all’Area Riservata.

Attenzione: se non hai ricevuto la mail o se una volta cliccato il link il sistema non ti permette comunque di accedere, contatta EBIPRO al numero 06.5918786 attivo dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 13:00 oppure scrivici a info@ebipro.it

Sto validando il mio numero di cellulare all’interno dell’Area Riservata ma non ricevo il codice OTP. Come risolvo il problema?

Il codice OTP non viene recapitato qualora il numero di cellulare inserito presenti spazi, simboli o caratteri (-, /, _, etc.) prima, dopo e fra le cifre componenti il numero.

È sufficiente che tu corregga la sequenza inserendo i soli numeri senza interruzione e richiedendo l’invio di un nuovo codice OTP.

Attenzione: il prefisso non deve essere scritto manualmente nel campo cellulare ma selezionato dal menù a tendina di fianco.

Contatti

Pubblicazioni

Area Riservata